Categories
Education Trends

Holy Land  2019

 

Holy Land – November 2019

LISTED COST ($3,190.00) INCLUDES:
– air transportation from Toronto (unless specified otherwise), incl. all taxes and surcharges
– hotel accommodation first class or superior tourist class based on double occupancy
– 2 meals daily (breakfast and dinner)
– all sightseeing as per itinerary with English speaking guide
– all tips for bus drivers, guides, in restaurants and hotels.
NOT INCLUDED IN THE COST OF THE TOUR:
– meals not specified, insurance, documentation. Single Room supplement is $700
Download Full Brochure Here >>>
HOW TO BOOK:
– Please call 905-264-5992, book online at www.TourCentral.ca or send an email to info@tourcentral.ca
– A non-refundable deposit of $300.00 per person is required at time of booking. Insurance must be purchased at time of booking.

 

Categories
Education Trends

Calabria and Sicilia September 2019

An Unforgettable Experience: Passion, Tradition, Culinary Delights, Culture, History, Sun and Sea!

Don’t miss this unique opportunity

Call today 905-264-5992 or visit us at www.tourcentral.ca

Sept 2 – 14 – Limited Spaces

Immerse yourself in the passion, the music, the food, the sights and sounds of two of the most beautiful regions of Italy. Join us in this unique, intimate, tour of Calabria and Sicilia in exclusive, first class hotels and venues.

Visit www.TourCentral.ca and register today!
Limited spots available
.

$5150.00 per person Taxes Included

Inclusions:

  • Airfare from Toronto via Alitalia on Economy Class
  • 12 Days, 11 Nights – Accommodation in exclusive, first-class hotels
  • Private Luxury Tourism Transportation, Airport Transfers, Ferries, Guides and listed Excursions
  • All breakfasts and most dinners as per itinerary

Not Included: Excursions, entertainment, dinners and lunches not specified in itinerary, City Hotel Taxes, Travel/Medical Insurance, tips and gratuities and personal expenses.

Download Full Terms and Conditions & Itinerary at www.TourCentral.ca
76dd339c-2b48-4184-9a74-758e117bbb9a.jpgTourCentral.ca is a proud Affiliate of NARAT Inc. – TICO # 50015192

This email was sent to pabo076fite
why did I get this? unsubscribe from this list update subscription preferences
Tourcentral.ca – NARAT Inc. · 250 Consumers Road, Suite 719 · TICO REG # — 50019192 · Toronto, ON – Ontario M2J4V6 · CanadaEmail Marketing Powered by Mailchimp
Categories
Education Trends

January 2019 Newsletter

Announcing Our Exceptional Tours for 2019

View this email in your browser
3142a86a-436c-4d1a-af2c-eb2517eabb5e.pngPonte Vecchio, Firenze – Sept. 2018 – What an Amazing Trip it was!!
And … 2019 Promises to be even more exciting!
a428347c-00b9-4409-9520-0fccb079cd67.pngIn this Newsletter we present two spectacular tours for 2019
Categories
Education Trends

Merry Christmas & Happy 2019 from TourCentral.ca

Luciano Lista and TourCentral.ca wish you Happy Travels in 2019

View this email in your browser
Wishing all our dear friends, our clients, and their loved ones a Blessed Christmas!
Happy Travels in 2019!
Luciano Lista – TourCentral.ca
TourCentral.ca – info@tourcentral.ca – 905-264-5992
Vai Dove Ti Porta Il Cuore!
color-twitter-48.png
color-facebook-48.png
color-instagram-48.png
Categories
Education Trends

Our September 2018 Italy Tour

20180925_053216It was an unforgettable experience for everyone as we toured from South to North. Our 18-days journey included the traditional iconic sites in Rome, Florence, Venice, Cinque Terre and the Amalfi Coast as well as some truly amazing, off-the-beaten-path locations in Southern Italy and especially Calabria.  It was an ongoing feast for the eyes, and soul and a culinary bounty, as we travelled across seven different “regioni”.  Some of the more memorable highlights were the traditional home-made calabrese dinners in 20180913_060140Montalto Uffugo, Stilo and San Giorgio Morgeto; our private boat cruise along the spectacular Amalfi Coast where we went swimming in the Gulf of Sorrento. Our evening at the historic Teatro Margherita in Rome to watch Verdi’s La Traviata while enjoying a fine gourmet dinner, was truly outstanding.  Also memorable was the exclusive wine tasting in Pienza, and Montepulciano.  Not to mention the spectacular views in Tropea, Scilla, Pizzo Calabro, and Positano, and the breath-taking panoramas in Monterosso al Mare, Porto Venere e Vernazza (Cinque Terre).  And finally the beautiful towns of Montecatini, Siena, San Gimignano (Tuscany), with a stopover visit to Verona and two amazing nights in romantic Venezia concluded an extraordinary trip.

►NEW TOURS LAUNCHED FOR 2019

We look forward to an exciting 2019 as we present our amazing new tours to Italy:

  • Calabria and Sicilia (Spring 2019)
  • Milano & Lago di Como (Late Summer 2019)
  • Dal Mar Tirreno al Mar Adriatico
    (from the Tyrrhenian Sea to the Adriatic Sea -Amalfi, Matera, and Bari – Early Fall 2019)

► Itineraries and details of our 2019 tours and other trips will soon be available online at www.TourCentral.ca

Register on our site at www.TourCentral.ca and receive a free travel consultation.
►Join us on our next wonderful adventure in 2019!!

Categories
Education Trends

La Befana

In occasione della festa dell’Epifania, propongo un mio articolo apparso sul Corriere Canadese l’anno scorso.

Toronto – Una delle immagini più tenere che conservo della mia infanzia è quella di appendere ai piedi del letto un grossa calza prima di andare a dormire la sera del  5 gennaio, la notte dell’Epifania.
Tanti bambini come me, in quella notte magica aspettavano con ansia la venuta della vecchia signora, e sognavano che la Befana portava loro giocattoli, balocchi e leccornie. Alcuni di noi avevamo qualche incubo di svegliarsi trovando la calza solo colma di cenere e carboni.
La cara signora, vuole la leggenda, ebbe un fatidico incontro con i Re Magi che si recavano a rendere omaggio al  Bambino Gesù.  E in quella notte che “già fu sì buia”, rifiutò l’invito dei tre sovrani di seguirli a Betlemme, dicendo che era troppo indaffarata  alle faccende della casa.
Ma dopo un breve esame di coscienza, si rese conto che forse avrebbe dovuto seguire i tre illustri personaggi provenienti dall’oriente, e presa la sua scopa volante, uscì in fretta e furia dalla casetta a cercare disperatamente di raggiungere Gaspare e compagni.
Ma ahimè neanche con la scopa volante a propulsione ionica  riuscì a riacciuffare i tre viandanti e come molti di noi quando perdiamo quell’occasione unica che avrebbe anche potuto cambiarci la vita,  cerchiamo spesso di ritornare sui nostri passi anche se con rammarico, poi ci rendiamo conto che più delle volte è già troppo tardi.
Sicché ancor oggi, a distanza di duemila anni,  la brava Befana continua a cercare invano la grotta di Betlemme e va di casa in casa a portare doni ai bimbi buoni imitando i Re Magi che recarono oro, incenso e mirra a Gesù bambino.
I tempi e le usanze sono certamente cambiati e di sicuro la tradizione  della Befana è stata sorpassata da quella di Babbo Natale.  Ma ancor oggi dalla storia della Befana si può ricavare una morale sia per grandi che per piccini.
A parte quella ovvia di fare i bravi bambini se si vuole ricevere premi in ricompensa, la morale più grande secondo me e quella di agire sulle opportunità di far del bene che ci si presentano lungo il cammino della vita, anche quando siamo sempre un po’ troppo indaffarati.

English Version
One of my fondest childhood memories is that of hanging a big stocking at the foot of the bed on the eve of the feast of the Epiphany, January 5th.
Many children, like me, on that magical night would impatiently await the arrival of the “Befana”.  We would dream of receiving toys and goodies from the kind old lady.  Some of us would also have nightmares of waking up to stockings stuffed with ashes and charcoal instead.
The legend has it that, during that night that “was so deep”, the dear old lady had an encounter with the Magi who were on their way to pay homage to baby Jesus. The three Kings invited her to join them on their journey to Bethlehem. But she refused claiming that she was too busy with household chores.
After some reflection, however, she realized that perhaps she should have followed the three illustrious dignitaries coming from the East. She grabbed her magic broom and flew out the door in a desperate effort to reach Gaspar and company.
Alas, she was not able to find the three voyageurs even with her ion charged flying broom. When a unique life-changing opportunity is missed, many of us often try to desperately go back and recapture that moment over and over again, even though most of the time it may be too late.
And so, two thousand years later, the good Befana is still trying to find the grotto in Bethlehem.  She travels from house to house searching and delivering gifts to good boys and girls just as the Magi brought gold, frankincense and myrrh to baby Jesus.
Times and customs have indeed changed and certainly the tradition of the Befana has been replaced by that of Santa Claus. But even today from the story of the Befana we can extract a moral for children and grownups alike.
Aside from the obvious adage that good children will receive gifts as just recompense for their good deeds, in my opinion there is a deeper moral here and that is to do good whenever the opportunity presents itself even if we are taken up with our busy everyday schedule.


Categories
Education Trends

Visita a Taipei, Taiwan

Taipei – È sabato mattina qui a Taipei, la capitale del Taiwan. A prime apparenze e` un sabato come tutti gli altri. Sono le otto di mattina e l’abbondante traffico scorre veloce tra le ampie arterie del centro. I venditori agli angoli delle strade da tempo preparano cibi e bevande di ogni sorta e nell’aria afosa e caldissima si manifestano odori esotici. Il cielo è azzurrissimo e senza neanche un minimo accenno di nuvole.

Davanti alla sede del palazzo presidenziale si nota pero` una insolita presenza di militari e forze di sicurezza. Tanto che l’unica foto che ci è stata permessa di scattare è stata presa dal lato opposto dell’ampio viale. Anche i consueti permessi per le viste pubbliche mensili, oggi sono stati sospesi. Un certo celato nervosismo trapela fra le guardie che scrutinano attentamente il via vai dei turisti ed altri che vorrebbero entrare nel palazzo. Un magnifico edificio novecentesco che fu sede dei vecchi “padroni” dell’isola di Formosa; la “White House” della presenza nipponica nel Taiwan.
Notiamo anche un gran rotolo di filo spinato posto strategicamente da un lato all’altro del palazzo a ridosso di due camionette; pronto per essere montato.

La gente di questa splendida città ultra moderna, pulita, ordinata sembra essere ignara di una situazione internazionale che potrebbe in breve tempo diventare una polveriera mondiale.
Taipei non è poi tanto lontano da Pyongyang (la capitale della Corea del Nord). A poco più di mille miglia, potrebbe essere raggiunta da un aereo di linea in volo diretto in meno di due ore. Un missile impiegherebbe soltanto una manciata di minuti.
E mentre Trump e Kim Jong-un continuano a sbraitare minacce uno contro l’altro, i mass media e i notiziari del’isola pronosticano incessantemente cosa potrebbe accadere se ….
Si parla addirittura di battaglie apocalittiche nello stretto a nord dell’isola, il mare della Cina orientale che separa Taiwan dal Giappone, dalla Cina e dalla Corea.

Che questa piccola “nazione”, per via della sua posizione strategica, possa diventare l’epicentro di un conflitto armato proprio tra quelle stesse nazioni che l’hanno, nel corso dell sua esile storia, messa da parte e sfruttata per salvaguardare i propri interessi, è puramente ironico. Infatti sono solo 21 le nazioni al mondo riconoscono ufficialmente il Taiwan come stato sovrano. Queste sono: Belize, Burkina Faso, la Republica Dominicana, El Salvador, Guatemala, Haiti, il Vaticano, l’Honduras, Kiribati, le isole Marshall , Nauru, Nicaragua, Palau,Panama, Paraguay, le Isole di Solomon, Santa Lucia, San Kitts e Nevis, San Vincent e le Granadine, e lo Swaziland. Come vedete non annoveriamo fra di queste Cina, Russia, Stati Uniti, o Corea del Nord.

La vita qui continua inalterata. La città si sveglia e va dormire con il suo frenetico ordine. Il traffico immenso si snoda veloce e senza troppi intoppi ventiquattrore ore su ventiquattro. Taipei, con i suoi quasi cinque milioni di abitanti è assediata da altrettanti motorini che sembrano incessantemente e inaspettatamente sbucare dalle pareti degli enormi grattacieli. Questa metropoli vanta un sistema efficientissimo e ultramoderno della metro’ gigantesco con oltre 12 linee o piu’ (nulla da invidiare alla nostra minuscola, antiquata e inefficiente “subway”). Taipei oggi è casa a cittadini pacifici, sereni, cortesi, laboriosi, amanti del buon cibo e delle buone maniere. Quand’ è stata l’ultima volta che a Toronto avete visto un giovane cedere il posto in pulman ad un anziano o ad una signora incinta? I graffiti sui muri delle citta` o nella metro`? A Toronto, a New York, a Roma o a Parigi si`; a Taipei no!

I Taiwanesi sono gente rispettosa dell’ambiente, amanti della cultura, e dell’umanita`. Gente che ha saputo socializzare e valorizzare la famiglia, lo studio, la pubblica istruzione. Le nostre scuole a confronto delle loro sembrano le casette del Monopoli. La loro assistenza sanitaria e` basata su un sistema d’avanguardia. Per non parlare della religione: i templi qui sono sempre pieni di devoti.

Una società giovane e in forma la cui realtà ha niente a che vedere con i nostri paesi occidentali ormai umanamente stanchi, ossessionati, malati, obesi, scarsi al livello culturale e in preda allo scompiglio sociale e finanziario. Una società che potrebbe insegnare a molte delle nazioni che l’hanno per anni schivata e sfruttata, delle dure lezioni di civiltà.

Categories
Education Trends

Dedicated to my mother (Maria Lista — 1930-2015)

This blog is dedicated to my mother’s memory on the first anniversary of her passing.

Those wonderful aromas from the kitchen greeting us children coming home from school; waking up on early Sunday mornings to the smell of fresh tomato sauce; the evenly spaced rows of homemade maccheroni and you, dear mom, spreading them with care on the counter; that stylish vest you carved out form dad’s old sweater, the many pranks you tried to play on us on April fool’s day, these are some of the hundreds of great memories that will never fade away.

Our mother was a magnificent cook who was proud to share her famous recipes with everyone, a talented seamstress, a person with an exquisite sense of humor, a lover of flowers and plants; an adoring mother: above all, you were our councillor, our friend, our guide, our compass.

As a young lady she enjoyed writing essays, letters and poetry and was proud to have won an essay-writing competition from the Ministry of Education. She was the best grammar tutor we could have ever asked for during our elementary school days in Italy. An avid reader and a true lover of literature, history, classical music and the arts, she enjoyed discussing politics and current events on a daily basis; especially with our late uncle Salvatore.

Of the many stories she loved to share with me there is the one about Cornelia Gracchi, a noble roman matron who declined to become queen because she was so attached to her sons and daughter that was afraid that her new role as monarch would take her away from her motherly duties. When other nobles confronted her with the question “how could you have refused the crown jewels?” she pointed to her children and exclaimed “these are my jewels”!

This story truly exemplifies who she was: a proud mother and devoted wife, a loving grandmother and a mentor to us right to the very end. Our mother sacrificed her own interests to take care of her family without holding back.

We owe you so much — cara mamma! Your faith above all, the love of knowledge, the importance of education, the love of family, the gifts of patience, perseverance, sacrifice, hope, generosity and care for those in need, and the trust in God; these are the true jewels you leave with us.

We know you could have been a gifted educator and perhaps more, had that opportunity been given to you; but you can rest assured that what you have achieved through your children, grandchildren, and great-grandchildren, will have an impact on our families and on society and will go on for generations to come.

We are proud of you; we miss you, we will never forget you and we will love you always!

Your image is imprinted forever in our hearts.

Thank you nanna’!! May God grant you eternal rest.

On behalf of our families I wish to express our sincere gratitude to everyone present here today for showing your support in this time of need. Thank you.

ITALIAN VERSION

Tra i tanti ricordi che non svaniranno mai affiorano alla mente i meravigliosi aromi della tua cucina che ci accoglievano quando da bambini si ritornava a casa da scuola; lo svegliarsi presto la domenica mattina all’odore del sugo di pomodoro fresco; i maccheroni fatti in casa che tu allineavi man mano con cura sul tavolo; quel gilet alla moda che con mestiere ricavasti da un vecchio maglione di papà, i tanti pesci di aprile che ogni anno preparavi con astuzia.

Maria era una cuoca eccezionale, orgogliosa di condividere le sue famose ricette con tutti, una sarta di talento, una persona con uno raffinato senso dell’umorismo, un amante di fiori e piante; una madre adorabile. Sei stata la nostra prima insegnante, la nostra amica, il nostro punto di riferimento, la nostra bussola.

A nostra madre piaceva anche scrivere saggi, lettere e poesie e da giovane vinse un ambito premio del ministero della publica istruzione. La miglior insegnante di grammatica che avrei potuto mai avere durante i miei anni alle elementari in Italia nostra madre era un’avida lettrice. Amante della letteratura, della storia, della musica classica e dellle belle arti, non perdeva mai l’occasione di discutere politica ed attualità soprattutto con il nostro defunto zio Salvatore.

Tra le tante storie che amava raccontarmi ricordo in particolar modo quella di Cornelia Gracchi, una nobile matrona romana che rifiuto` di diventare regina perché era così attaccata ai suoi figli che aveva paura che il suo nuovo ruolo di monarca l’avrebbe portata via dai suoi doveri materni. Quando altri nobili donne la confrontarono con la domanda “come hai potuto rifiutare i gioielli della corona?”, mostro` i suoi figli esclamando “questi sono i miei gioielli”!

Questa storia esemplifica veramente la tua persona cara mamma: una madre orgogliosa, una moglie devota, una nonna amorevole e una guida per noi fino alla fine. Hai sacrificato tutto per prenderti cura della tua famiglia.

Ti dobbiamo così tanto cara mamma! La nostra fede soprattutto, l’importanza dell’apprendere e dello studio, l’amore per la famiglia, l’essere paziente, credere nella perseveranza, il sacrificio, la speranza, la generosità e la cura verso i piu` bisognosi, e la fiducia in Dio; questi sono i veri gioielli che lasci a noi.

Sappiamo che avresti potuto essere una insegnante modello e forse anche di più se ti fosse stata data tale opportunità; ma puoi stare ben certa che cio` che sei riuscita a raggiungere attraverso figli, nipoti e pronipoti, avrà un impatto reale sulle nostre famiglie e sulla società per molte generazioni future.

Siamo orgogliosi di te; ci mancherai tanto e non ti dimenticheremo mai. Ti vogliamo bene sempre!

La tua immagine rimarra` impressa per sempre nei nostri cuori.

Grazie nanna ‘!!

Che Dio ti conceda l’eterno riposo.

Categories
Education Trends

Come avete trascorso la Festa delle Mamme?

Come avete trascorso la Festa delle Mamme?

Abbiamo fatto una passeggiata a Niagara Falls per attendere il concerto dei Tenori al teatro Avalon al Fallsview Casino. Un meraviglioso concerto

al tutto esaurito, organizzato da Mondo Music di Joe Tersigni che ha fatto di certo felici e contente tutte le mamme presenti; un gran bel pubblico.

Prima del concerto abbiamo deciso di fermarci per uno spuntino da Il Sorriso Caffè & Pizzeria.

L’amico Giovanni Campisi ci ha preparato due belle pizze e per finire un ottimo caffè’ e dei deliziosi cannoli con la ricotta che ci hanno fatto ricordare quei veraci di Messina.

Giovanni è siciliano verace di Siracusa ed insieme al partner Sofia Butera, di Lamezia Terme, gestiscono Il Sorriso da diversi anni.

Il nostro caro amico è uno sportivo per eccellenza e a giudicare dal grande scudetto Juventino che ha posto ben in vista ad adornare il muro del suo locale, assieme a bandiere e magliette varie, quest’anno il suo “sorriso” da buon tifoso juventino è ancora più grande.

Questo piccolo locale, una vera e propria gemma nascosta nel cuore di Niagara Falls, è diventato per noi una fermata obbligatoria ogni qualvolta andiamo a visitare le Cascate.

Quella de “Il Sorriso” è sicuramente la migliore pizza che io abbia mai assaggiato da questa parte dell’oceano. Giovanni prepara egli stesso tutti gli ingredienti dalla A alla Z, e aggiunge un pizzico di orgoglio, una grossa manciata di savoir-faire e tanto tanto cuore.

Scegliete tra le tante pizze classiche dal menu oppure create da voi o lasciate alla sorte decidere e … “comme esce t’ha mangi”.

 

L’ospitalità è da vero siciliano! Uscirete dalla pizzeria leccandovi con soddisfazione le labbra e con un gran bel Sorriso sull bocca.

Visitatelo la prossima volta che vi recate alle Cascate.

Il Sorriso Pizzeria 5983 Clark Avenue – 905-353-1989

Categories
Education Trends Life, Food, and Travel

Highlights of our March 2016 Trip by Ashley Huan

Highlights_of_our March 2016 trip